L’INCA ALLA CONFERENZA MONDIALE di TAORMINA

La Conferenza mondiale sull’amianto che si è tenuta dal primo al 3 ottobre a Taormina, organizzata dall’Ispesl (Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro) è stata l’occasione per discutere su come intervenire per bonificare e ripristinare i luoghi contaminati, per realizzare le mappature dell’amianto su scala nazionale ed internazionale, per prevenire e/o minimizzare i rischi per la salute e per l’ambiente, ma anche per fornire informazioni in merito alle modifiche legislative nazionali ed internazionali così come sull’avanzamento degli studi epidemiologici in materia.

L’Inca, unico patronato a partecipare, ha avanzato le proprie proposte per contrastare la sottostima delle malattie con tre relazioni che dimostrano come sia necessario, per condurre una adeguata politica sia di tutela che di prevenzione, che i dati che vengono raccolti per motivazioni diverse siano messi in rete e vengano intrecciati fra di loro ed in particolare con quelli provenienti da altri sistemi di registrazioni ed in particolare da quelli provenienti dai Registri Mesoteliomi.

sul sito della CGIL, le relazioni in formato pdf:

http://www.cgil.it/dettagliodocumento.aspx?ID=12479

L’INCA ALLA CONFERENZA MONDIALE di TAORMINAultima modifica: 2009-10-30T11:58:00+01:00da padovamianto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento